Attilia Kiyoko Cernitori è una violoncellista dalla sensibilità simbiotica fra culture europea ed asiatica, con una presenza scenica capace di catalizzare l’attenzione del pubblico, grazie alla sua passione e alla magnifica musicalità. Dopo numerosi concerti, 3 CD e la fine dei suoi studi violoncellistici, decide di perseguire il suo sogno di bambina di diventare direttrice d’orchestra. Attualmente e’ direttore stabile dell’orchestra da camera viennese Johannesgasse Solisten e studia direzione d’orchestra presso la Universität für Musik und darstellende Kunst di Vienna con Johannes Wildner.

Nata a Roma da padre fiorentino e madre giapponese, inizia lo studio del flauto dolce a 6 anni e si diploma con lode a 15 anni presso il Conservatorio Cherubini di Firenze con David Bellugi.

Inizia lo studio del violoncello all'età di 9 anni. Dopo la laurea cum laude presso il Conservatorio Cherubini di Firenze con Andrea Nannoni, si diploma presso l'Accademia Nazionale di S. Cecilia a Roma con Rocco Filippini. Ottiene poi il PostGraduate presso la Universität für Musik und darstellende Kunst di Vienna con Valentin Erben. Inoltre viaggia spesso a New York, per continuare il perfezionamento del proprio repertorio con la famosa cellista Christine Walevska. Ha partecipato a masterclass con artisti quali Mario Brunello, Gary Hoffman, Thomas Demenga, David Geringas, Steven Isserlis e Frans Helmerson.

Si aggiudica il Primo Premio Assoluto in più di trenta concorsi nazionali e internazionali, vincendo il Primo Premio e Medaglia del Presidente della Repubblica al Concorso Internazionale di Violoncello Valentino Bucchi di Roma, il Primo Premio alla Yamaha Music Foundation of Europe e il Primo Premio e Gran Prix al Torneo Internazionale di Musica [TIM].

Si esibisce come solista presso prestigiose istituzioni, fra cui spiccano il Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Ponchielli di Cremona, il Parco della Musica di Roma, il Mozarteum di Salisburgo e il Musikverein di Vienna. Ha collaborato con artisti quali Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Paul Badura-Skoda, Jörg Demus, Danilo Rossi, Rodolfo Bonucci, Jin Ju e Daniele Damiano [Berliner Philharmoniker].

Le sue performance sono state trasmesse da Rai Uno, RadioRai3, ORF [Austria], LimenMusic e Rete Toscana Classica.

Ha registrato il suo primo CD nel 2012 - Piano Trios di Zemlinsky, Gal e Goldmark, con Thomas A. Irnberger [violino] e Evgeni Sinaiski [piano] - per la casa discografica Gramola di Vienna. Nel corso del 2013 ha lavorato a diversi progetti: un duo – WienContempo – con la pianista Petra Giacalone, il cui obiettivo è di proporre al pubblico e registrare musica scritta esclusivamente da compositori viennesi contemporanei; ed infine l’esplorazione della musica sudamericana, con la trascrizione e la registrazione di 12 tanghi di Carlos Gardel e l’esecuzione in prima assoluta di due pezzi scritti dal compositore argentino Pablo Aguirre e dal compositore brasiliano Dimitri Cervo e a lei dedicati.

Nel settembre 2013 ha suonato con Paul Badura-Skoda all’Haydn Festival di Eisenstadt ed è stato pubblicato il suo primo CD solista, “New World Cello”, in collaborazione con Mariangela Vacatello, pianista di fama internazionale.

Nel febbraio 2015 la sua composizione “Ottavia”, performance per attrice, action painting ed ensemble su testi di Sandra Landi, e’ stata eseguita in prima assoluta a Firenze. A marzo e’ stato presentato il suo CD con l’integrale delle Suites di Bach e ha eseguito in prima assoluta mondiale il Concerto per violoncello di Paul Hertel ad Hainburg.

« I had the pleasure to perform with Attilia Kiyoko Cernitori works by Beethoven and Schubert in Milano and I enjoyed her musicianship and devotion. Thus I am certain that she will make her way to the top» Paul Badura-Skoda

«Attilia Kiyoko Cernitori è una dei più interessanti e talentuosi giovani violoncellisti che conosca, per la sua abilità strumentale, la vitalità e l'intensità che esprime nelle sue esecuzioni e il suo suono intenso. » Mario Brunello

«Attilia Cernitori is a gifted cellist and a most attractive personality, musically and personally speaking. Her presence on stage is persuasive and is always convincing in her musical communication. I know her contributions to musical life will be very important and valuable.» Gary Hoffman

«Ipotizzano i cosmologi che nell'universo le stelle doppie siano più frequenti delle solitarie. Nella nostra arte è diverso. Prendete Tilly: vi sorprenderà il suo candore fanciullesco, la sua ammirevole destrezza al violoncello, la sua voce e il suo riso color argento. Ma ponetela di fronte alle esigenze del messaggio musicale: la vedrete calarsi in un suo mondo di cupa introspezione, in uno stato di concentrazione quasi selvaggio. Brava Tilly, continua così. Ci servono stelle doppie. » Rocco Filippini

«Attilia Kiyoko Cernitori is extremely talented, she has a compelling presence on the podium and knows how to captivate the audience.» Valentin Erben (Alban Berg Quartet)